Carta acquisti

Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008) è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

La Carta Acquisti vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro (40 euro x 2 = 80 euro) sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

Con la Carta si possono anche avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti e si potrà accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti.
Se è interessato/a ad avere una Carta, verifichi il possesso dei requisiti e le modalità per ottenerla leggendo con attenzione le informazioni relative alla sua fascia di età, oppure andando alle Poste o all'INPS, dove otterrà tutte le informazioni del caso.
La Carta Acquisti si può richiedere negli Uffici Postali presentando il modulo di richiesta con la relativa documentazione.

  • Cliccate qui per il modulo di chiesta per i maggiori di 65 anni.
  • Cliccate qui per il modulo di chiesta per i minori di 3 anni.

Per accedere alle informazioni relative alle diverse fasce di età, visita l'apposita sezione all'interno del sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Fornitura sacchi rossi per raccolta rifiuti indifferenziati

Con deliberazione di Giunta Comunale n. 32 in data 26/03/2001 l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno contribuire alla spesa sostenuta dalle famiglie con persone anziane e diversamente abili che utilizzano ausili per l’assorbenza.
Le famiglie interessate, infatti, potranno richiedere ogni anno la fornitura gratuita di n. 50 sacchi rossi piccoli, compilando l’apposito modulo e allegando un certificato ASL attestante lo stato di necessità degli ausili per l’assorbenza.
La domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.

Contributi regionali

Fondo Nasko
Con il Fondo Nasko, avviato nell’ottobre 2010, sono stati attivati progetti personalizzati di aiuto a madri che, pur a fronte di problemi economici, rinunciano a interrompere la gravidanza a fronte di un progetto personalizzato messo in atto da consultori familiari pubblici e privati accreditati in collaborazione con i Centri di aiuto alla vita iscrittinell’elenco regionale.
Le risorse economiche sono state destinate all’acquisto di beni e servizi diretti a alleviare le difficoltà economiche quotidiane nella gravidanza e nel puerperio.

Per approfondimenti cliccate qui.

Fondo Cresco
È  una misura finalizzata alla corretta alimentazione delle neomamme e dei lorobambini, anche dopo l’avventura della nascita.
Secondo le stime, sono circa 3.600 le mamme che in Lombardia vivono in condizione di povertà assoluta. Il Fondo Cresco prevede un contributo mensile di 75 euro, fino a un massimo di 12 mensilità per un totale di 900 euro, vincolato all’acquisto di beni alimentari per la madre e il bambino, per assicurare un’alimentazione sana e di qualità.
Le neomamme possono richiedere il contributo presso un consultorio pubblico o privato accreditato e a contratto della Asl di residenza.

requisiti per la presentazione della domanda sono i seguenti:

  • avere un figlio di età compresa tra 0 e 12 mesi nato dopo il primo gennaio 2013
  • essere residenti in Lombardia da almeno un anno alla data della richiesta
  • versare in condizioni di forte disagio economico (ISEE uguale o inferiore a 7.700 € anno

Per approfondimenti cliccate qui. 

Settimana delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi

"Occorre essere tanto grandi da prendere sul serio le cose dei piccoli"

Con questo spirito l’Amministrazione Comunale e le Agenzie Educative di Villa di Serio promuovono un paese a misura dei piccoli e dei ragazzi.

La settimana viene progettata perché i bambini e i ragazzi siano al centro dell’attenzione degli adulti; perché i grandi si ricordino che anche i bambini e i ragazzi hanno diritto di vivere gli spazi pubblici liberamente. Non dobbiamo mai dimenticare che il loro correre a piedi, in bicicletta, sui monopattini o coi roller è altrettanto importante del nostro spostarci in automobile. Saranno adulti sereni nella misura in cui avranno avuto una giovinezza gioiosa.
I ragazzi hanno bisogno di imparare le norme, di conoscere quali sono i limiti – sul piano della convivenza civile, come su quello etico-morale – oltre i quali non è lecito andare. Hanno, però, bisogno anche di spazi e di momenti in cui poter esprimersi liberamente perché è solo mettendosi alla prova che imparano a conoscere e rispettare i limiti e le regole.

Le infomazioni sul programma della Settimana vengono pubblicate sulla Home Page del sito istituzionale del Comune, nella sezione EVENTI